venerdì 16 ottobre 2009

Preistoric De Rapage




Quando ancora i De Rapapge non sapevano se dedicarsi alla musica o continuare ad essere un club di ricamo, fecero una serie di concerti ancora prima di Mannaggia al Pudore.
Qui riportiamo alcune delle locandine, ormai ogetto di culto, con cui i nostri si presentavano al loro pubblico in quegli anni.

giovedì 15 ottobre 2009

GIGIONE ACTION FIGURE AVAILABLE NOW!!!!


Era da troppo tempo che Gigione, il settimo De Rapage (il sesto è Amedeo, nostro fonico ex lead guitar, produttore e consumatore), aspettava la giusta consacrazione anche nel mondo del merchandising.
Esce così la sua action figure, sesta della serie, gran bel lavoro da parte della Mattello.
Ricordiamo che Gigione è autore di alcuni dei nostri testi (Sexysupermarket, Mr. Financial Man, La gente sb*rra), nonchè membro fondatore del progetto parallelo elettronico Onion Boulevard e suo insostituibile Mauro Repetto e Mogol.
Disponibile da subito!

SCOOP! Intervista ai De Rapage del 1977

A quanto pare la storia del gruppo musicale più simpatico di 'stocazzo non smette di regalarci sorprese: grazie alla segnalazione di un lettore di questo blog siamo riusciti a reperire una copia di un settimanale che andava di moda negli anni '70, nel quale erano riportate le classifiche musicali di vendita degli anni '70, le interviste fatte con le penne anni '70 e pure le fotografie fatte con i rullini anni '70. E' stato quindi con enorme stupore che abbiamo scorto la scritta "DE RAPAGE INTERVISTATI!" sulla copertina del giornale, per la precisione in basso a destra.
Il nostro stupore si è trasformato in sbigottimento prima, e in brama di ricchezza poi (con una punta di "avidità", un termine molto in voga in sala prove a fine mese), allorchè ci siamo resi conto che l'intervista riguardava una serie di domande poste al gruppo quando l'età dei componenti non superava i sette anni:
Infatti, come tutti sapete, nel 1977 Zappa aveva un anno e Fotone addirittura zero, mentre Cicalini e Fiku si attestavano sui tre anni e l'anziano del gruppo Squeel Axe iniziava ad incanutirsi con la sua esperienza in terza elementare; ecco un sunto di questo eccezionale documento (che non leggerete mai per intero senza prima pagare).

TVSEC: come definireste il vostro genere? a quanto pare sta arrivando questa moda nuova dall'Inghilterra che si chiama Punc, secondo la quale tutti dovrebbero andare in giro come dei sudici vagabondi: potrebbe interessarvi? O preferite invece continuare a suonare "tua sorella è una troia?"

FOTONE: Nghèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèè!!!!!!

ZAPPA: a e i o u a e i o u a e i o u a e i o u a e i o u a e i o u a e i o u a e i o u a e i o u a e i o u a e i o u a e i o u a e i o u a e i o u a e i o u a e i o u a e i o u a e i o u a e i o u a e i o u a e i o u a e i o u a e i o u a e i o u a e i o u a e i o u

SQUILLAXXE: vattene o chiamo la polizzia, io sono vecchio vecchio, ò sette anni

FIKU ora ti do le botte

CICALINI te deng nu leccamuss' che t'arivoteche

FIKU sei cattivo

TUTTI nghèèèèèèèèèaeioumavafangul'!!
TVSEC: non pensate che in Italia siamo arrivati ad clima da guerriglia urbana anche durante i concerti pop? I raid degli autonomi si susseguono ad un concerto sì e all'altro pure: non sarebbe meglio guardare Portobello senza rompere i coglioni a nessuno?
FIKU (CANTANDO) Sandocàaa, sandocàaaa, la la la lalala lalalaaaa...
TUTTI SANDOCA'AA, SANDOCA'AA, LA LA LA LALALA LALALAAAAAAA!!

TVSEC I nostri lettori saranno curiosi di sapere il vostro pensiero sulla televisione a colori!

TUTTI si cagano addosso, l'intervista si conclude con scapaccioni, pannolini sporchi e pianti disperati.



mercoledì 14 ottobre 2009

De Rapage Desktops 03-04




Cliccate sull'immagine.
Per magia essa apparirà a dimensione intera in una nuova finestra.
Con un colpo malandrino andate sull'immagine, cliccate e trascinatela sul desktop.
Impostatela infine come sfondo del desktop e diventate derapagiofoli. Fili. Fori.

martedì 13 ottobre 2009

Rockerilla intervista i De Rapage


Nel 1995 si sono conosciuti in discoteca. Sette anni più tardi decidono di sposarsi, ma i matrimoni gay non erano legali, e soprattutto quelli fra 4 persone, così ripiegano per formare una band. Il loro debutto discografico arriva subito, quel Mannaggia al Pudore che mantiene tutte le promesse contenute nel loro demo Burning Alluci (lo stesso provino che fece drizzare le orecchie al Papa, per intenderci). Infilati a forza nel calderone punk lirico, già quando di punk lirico se ne parlava molto meno, i De Rapage mostrarono immediatamente quanto la definizione andasse loro stretta. Colpa di una creatività ed una stronzaggine che travalicavano la musica e che difficilmente potevano essere tenute a bada, nondimeno ricondotte ad un’unica fonte.

Dopo anni passati in giro per le piazze più facoltose, musicalmente parlando, dello stivale (il Circolo di Renato a Torrevecchia o Casa di Amedeo in campagna per dirne qualcuna), i De Rapage escono con il loro secondo lavoro che li consacra band del 2004, e subito dopo partono per un tour mastodontico, a fianco di grandi nomi (i Masters of Liscio, Aldo e le Soubrettes del Valzer e The Rumba Maniacs) che però li porta ad un esaurimento di idee e forze.
Costretti ad una pausa che dura ben 5 anni o giù di lì, i de Rapage scompaiono dalle scene.

Riportati in vita da una scossa elettrica sparata direttamente in culo dal Prof. Maurizio Skillaxis, facoltoso scienziato greco, il quartetto diventa un quintetto e, armato di grandi idee, scrive nuovi pezzi destinati ad una nuova fatica, quella che gli spoiler vogliono chiamarsi "Senza Troppi Fronzoli" o "Vergine da Poco". Le registrazioni dovrebbero iniziare a breve, dopo quelle sperimentazioni acustico-elettrico-jazz in cui rileggono i propri vecchi successi per soddisfare il loro pubblico sempre più esigente, o più realisticamente, perché non hanno un cazzo da fare.
Li incontriamo in un bar di periferia, fra funo d'hascisc e birre annacquate.

• Capri '64 (Omosessuale) è una palese citazione del personaggio interpretato da Willem Defoe in “Frocio Selvaggio” di David Lynch. Quanto cinema c’è nella vostra musica
?
Maurizio:
Veramente il soggetto del nostro pezzo era un altro, un tale che ama vestirsi da donna, ubriacarsi e rompere il cazzo a tutti per rimediare una scopata, ma solo il giovedì ed il venerdì. Personaggio stupendo, sia chiaro, ma quando mi chiese se glielo volevo tenere in mano per un pò gli spaccai un bicchiere da vino e pieno di chiodi in faccia. Poi, sentendomi in colpa, scrissi questo pezzo. Lynch non c'entra niente.
Fiku:
Ci piaceva l'idea di raccogliere il gusto un pò Capri '60 in cui tutti andavano in giro con camicie sbottonate dai lunghi colletti e foulard dalle fantasie improbabili al collo, zampe d'elefante e stivali a punta. Un paradiso per gay, per intenderci.
Zappa:
A noi piace il cazzo, ma come strumento di potere fine a se stesso. Meglio, ci piace solo il nostro di cazzo da toccare e vivere, ma lo adoriamo come immagine. Federico ne disegna ancora a bizzeffe nei posti più improbabili con la penna rossa. E comunque ci piacciono i froci, cioè, i gay, ma non nel senso carnale, cioè... Ma vaffangul, và.

• Dite di aver ripreso a frequentare i posti giusti, eppure sembrate tutto fuorché persone attente a ciò che va per la maggiore. Di contro, in molti hanno definito la vostra musica “musica suonata male fuori tempo”. Nel mezzo, il vostro pubblico. Loro dove vi collocano?

Føtone: Sicuramente fra il bidet e la tazza, in quell'interstizio medio corto che non sa né di me né di te. È sicuro che abbiamo colmato un gap, uno spazio indefinibile ed irrinunciabilmente vuoto. Ma con la nostra musica ed i nostri avverbi possiamo spingerci ancora oltre, fino ad arrivare allo spazio fra lo spazzolone ed il rotolo di carta igienica.
Cicalini:
Lo sapete che una volta dopo un testacoda sono rimasto con il freno a mano in mano?
Eppure l’accusa di essere “fuori tempo” non può prescindere dal fatto che siete arrivati al debutto con troppo anticipo rispetto ai tempi che vivevate. Un album come "Uno Qualunque" sarebbe dovuto uscire l'altroieri. C’è il rischio che questo nuovo album suoni ancora come un qualcosa fuori dal tempo. Quanto ancora vi sentite legati alle canzoni contenute in “Mannaggia al Pudore” e "Uno Qualunque"?
Føtone: Ti sbagli. Siamo fuori tempo perché non riusciamo ad andare a tempo. D'altronde abbiamo eliminato click e metronomi già da Mannaggia al Pudore, quando quell'incessante chick-chick-chick rientrava nel microfono e disturbava Cicalini che dormiva.
Fiku:
Ci sentiamo ancora legati a quei pezzi perché ci descrivono ancora con parecchia attualità, ed inoltre non sapremmo cosa cazzo fare nei nostri concerti se non li suonassimo ancora. Poi scusate, ma a me personalmente fa male una palla. Mi alzo che mi sono seduto di cazzo.
Zappa: Mi stanno facendo la multa, devo andare!!! Vigile, vigile! N'gul a mammete!
Cicalini:
Mi ricordo una volta che io e Zappa ci siamo schiantati con la panda in montagna, ti ricordi?? Ah ah ah!
Maurizio: Puoi ripetere la domanda? Ero al cesso.


• L’importante è che non facciate aspettare altri cinque anni per un nuovo disco.

Maurizio:
Se continua così anche di più. Nonostante siamo pieni di idee non troviamo il modo giusto per registrarle. Una nostra vecchia conoscenza si è offerta, ma è sordo e soprattutto nazisadomasochista. Avremmo dovuto suonare in mutande di pelle e con svastiche dappertutto, e data la mia allergia alla pelle abbiamo dovuto declinare.
Zappa:
Oh quel figlio di puttana sta a fà le multe a tutti!
Cicalini:
Oh ma a Zappa, un tuo parente non faceva il vigile? Fattela toglie, no?
Zappa: Guarda che il vigile era lui!

• Anche perché mi pare che il rapporto con il pubblico sia molto buono.

Fiku:
È vero, tanto più che pure Bono Vox ci aveva chiesto una piccola partecipazione nel suo ultimo progetto con gli U2... No? Ho sbagliato? Qual era la domanda?
Føtone:
Il pubblico ci ama perché noi amiamo loro. E a volte non ci facciamo neanche pagare. Concerti? No! Sto parlando di scopate!
Zappa:
Mò pur la mult! Ma vaffangul và!

• Ho visto che sul vostro sito avete lanciato un’operazione di beneficenza davvero encomiabile.

Maurizio: Perché, abbiamo un sito?
Føtone:
Ma dove?
Fiku: Sono quasi sicuro che non abbiamo un sito.
Zappa:
Ma che cazz...??
Cicalini:
È vero. Aiutiamo le vittime delle cazzate ad uscire fuori dal loro tunnel di disillusione. Per ogni album che comprerete aiuterete una vittima delle cazzate a superare la sua radicata diffidenza. Lo sapete che vuol dire? Eh? Lo sapete o no? Pezzi di merda!!!!

sabato 10 ottobre 2009

De Rapage Desktops 01 -02



Cliccate sull'immagine.
Per magia essa apparirà a dimensione intera in una nuova finestra.
Con un colpo malandrino andate sull'immagine, cliccate e trascinatela sul desktop.
Impostatela infine come sfondo del desktop e diventate derapagiofoli. Fili. Fori.

mercoledì 7 ottobre 2009

Rolling Stone intervista Maurizio Schillaci


Da Rolling Stone, mercoledì 7 ottobre 09

L'ultimo disco dei De Rapage, "Uno Qualunque", si è rivelato una vera e propria bomba: la stampa lo ha acclamato, i fan lo hanno eletto disco dell'anno 2004. Il suono dei suoi brani è stato perfezionato durante una lunga tournée abruzzese, con alcune date di grande successo anche in USA. I ricami e le delicate atmosfere sono state sottoposte alla difficile prova del palco. Ma è passato molto, troppo tempo da quella fatica. Dal successo delle classifiche, dal tour estenuante e lungo, nel 2004 i De Rapage hanno congelato la loro attività nella piccola e sonnolenta Chieti City, immergendosi nelle visioni e nella musica che alimentano le loro canzoni. Ora Maurizio Scquillaxis, nuovo membro e vero e proprio motore musicale del gruppo parla senza reticenze di queste fertile periodo, fatto di seghe, frociarie, immaginazione e paranoia creativa. Signori, comincia la gestazione di un altro disco...

Perché con i De Rapage siete arrivati così in alto, e ci siete rimasti? Perché tanta gente viene a vedervi? Per di più, siete uno dei gruppi peggiori del mondo, non so se mi spiego.


Siamo i migliori del mondo e vogliamo rimanerlo perchè sono gli altri a fare schifo. nonostante questo siamo i peggiori del mondo, ma tra i peggiori siamo comunque al primo posto, mai al secondo. la gente viene a vederci perchè sennò il giorno dopo gli portiamo il muso

Secondo te c'è una forte identificazione perché non siete mai stati cool, ma siete sempre stati diretti, onesti?

Sì. La gente fa finta di ignorare il proprio lato gretto, cattivo, puzzolente, un pò come la gialletta sotto il bordo interno del gabinetto, tutti sanno che c'è ma guai a nominarla. noi siamo quella gialletta lì. Ma una volta uscita dal bordo del cesso, tutti capiscono che è ora di festeggiare e fare casino perchè la gialletta è onesta, ma anche cool, e vai con le vendite dei dischi...

Che definizione daresti - se è possibile - della vostra musica?

Musica emozionante suonata male. con tanti crash-zooms, tanta gente che urla e molto autismo. eccolo, il termine; rock'n'roll autistico.

Ci parli del vostro ultimo singolo, "Cheesenegro"?

"Cheesenegro" all'inizio era tutt'altro progetto. volevo scrivere un brano che richiamasse un pò le colonne sonore funkettone dei film porno anni '70, film nei quali un cazzo di negrone dava il fatto suo ad una tipa come, chessò, Marilyn Chambers. il titolo provvisorio era "Film negro". poi è arrivato l'arpeggio ascendente da LA- a DO e l'idea di fare qualcosa che puzzasse meno di cazzo.


Permettiuna piccola provocazione? I De Rapage sono sostanzialmente 5 scoppiati con un eccellente gusto culinario. Cosa c'è di tanto speciale?

Il gusto culinario di solito è la conseguenza del divorzio da una rockstar famosa. Stai cercando di darci del "ricchione" a tutti? La risposta è sì e no. Di speciale c'è che l'ostrica è simile alla topa.

Quando uscirà il vostro prossimo disco? Sono passati quasi sei anni dall'ultimo...

Disco, si fa presto a dire disco... Se non fosse per la tecnologia di adesso, il nostro "disco" sarebbe null'altro che una cassetta c-60 come quella della gita a Pompei del secondo superiore... Un microfono a condensatore, una chitarra scadente e tante parolacce... Uscirà quando è pronto, un pò come il videogame "duke nukem forever". Anzi, sai che ti dico? Il nuovo disco uscirà il giorno dopo di "duke nukem forever"! Cioè nel duemilaecazzi.

De Rapage New Single!!!


I De Rapage escono per il mercato giapponese e delle isole Caiman con un nuovo singolo, Cheesenegro, che vede la collaborazione di Demetrio Stratos dei Masters of the Universe al clavicembalo.
Nota di colore: per il mercato giapponese alcune parole del testo sono state cambiate per ragioni di censura, come "bambini" e "liquirizia", entrambe sostituite da "stucazz".
In copertina: Jemilio Fruciao, nuova star di Bollywood.

Archivio blog