mercoledì 18 giugno 2014

Reverendo Terrore • Il backstage

Siccome lo abbiamo prodotto ad ottobre ma abbiamo bisogno di tempo per metabolizzare, oggi abbiamo deciso di rivelarvi tutti i misteri e le curiosità associate al nostro primo video, Reverendo Terrore.
Voi direte "Scusate ma che cazzo ce ne frega, manco foste i Muse", ma noi non siamo i Muse, fortunatamente. Quindi leggete e non rompete i coglioni.



I nostri potenti mezzi. Il play back era fatto con questa incredibile radio anni 90 rubata ad un bambino bisognoso. Trovare le pile è stato un dramma degno di Shakespeare. 


Originariamente Lu Nterteng si vergognava a girare il video e voleva che Franco Franchi interpretasse il suo ruolo. Dopo settimane a spiegargli che Franco Franchi era morto da un pezzo, accettó con riluttanza ad apparire.


Il Jimmy che vedete nel video non è in realtà quelli che tutti conoscono, ma un certo Dragan Muccazzi, pastore macedone arruolato per caso in loco e pagato in droga e sesso con Schillagi. Nessuno sa perché il vero Jimmy non si sia mai presentato. Molti speculano sul fatto che il pastore e macedone occupi ancora il seggiolino del batterista dei De Rapage.

 

La splendida sedia con i teschi è stata realizzata da Teschio Urbano, ed è stata oggetto di disputa su chi avrebbe dovuto occuparla durante la cena.


Nella prima stesura della sceneggiatura, il ruolo di Reverendo Terrore doveva essere di Johnny Depp. Durante una cena di lavoro a base di arrosticini e Montepulciano, però, il bellimbusto americano vomitó così tanto che Zappa ed El Fiku non lo ritennero degno della collaborazione.


Questo è Maurizio Schillaci. Non aggiungiamo altro.


E questo è un video di scarsissima qualità che illustra le nostre peripezie cinematografiche.

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog